L’eclisse di Luna della mattina di lunedì 21 gennaio 2019 sarà osservabile da tutta Italia dall’inizio del fenomeno, alle 4:33, fino al tramonto della Luna all’alba. Per godere dello spettacolo avrete bisogno di un orizzonte Ovest libero da ostacoli (edifici, alberi, montagne) poiché avverrà col nostro satellite che si abbasserà sempre di più sull’orizzonte occidentale.

Come avvengono le eclissi totali di Luna?

Un’eclisse totale di Luna si verifica quando il Sole, la Terra e la Luna sono perfettamente allineati nello spazio; questo allineamento può accadere solo nel giorno di Luna piena.

Perché la Luna diventa rossa durante la totalità?

Durante l’eclisse la Luna, nel suo moto intorno alla Terra, attraversa il cono d’ombra del nostro pianeta e si nasconde al Sole. La nostra atmosfera funziona da filtro: disperde la componente blu della luce solare  permettendo l’ingresso nel cono d’ombra terrestre soltanto a una piccola parte della sua componente rossa, che tinge così la Luna di un colore che può variare da rosso-arancio brillante a rosso-mattone molto scuro.

Perché le eclissi non avvengono tutti i mesi?

Nonostante la Luna compia un’orbita intorno alla Terra ogni 29,5 giorni (periodo sinodico), le eclissi non avvengono tutti i mesi perché il piano orbitale del nostro satellite intorno alla Terra è inclinato di 5 gradi rispetto a quello del nostro pianeta intorno al Sole. Le eclissi, di Sole e di Luna, si verificano quindi raramente solo quando la Luna, nuova per le eclissi di Sole e piena per quelle di Luna, si trova sulla cosiddetta “linea dei nodi”, ovvero nei pressi dell’intersezione tra il piano dell’orbita terrestre e quello dell’orbita lunare.

Le fasi e gli orari dell’eclisse del 21 gennaio 2019

Gli orari dell’eclisse sono uguali per tutti i luoghi della Terra da cui sarà visibile la Luna. L’unico orario che cambia a seconda della località di osservazione è quello del tramonto del nostro satellite: a Siena il 21 gennaio la Luna tramonterà alle 7:50, praticamente nello stesso momento in cui terminerà anche l’ultima fase parziale dell’eclisse. Muovendosi da Ovest a Est (da destra a sinistra), la Luna attraversa prima la penombra poi l’ombra proiettata dalla Terra nello spazio. Le fasi più interessanti da osservare sono quelle della parzialità e della totalità dell’eclisse, dalle 4:33 alle 7:50, o fino al tramonto della Luna. La totalità, con la Luna rossa, durerà 62 minuti: dalle 5:41 (per Siena, con la Luna alta 21 gradi sull’orizzonte) alle 6:43 (con la Luna alta 10 gradi). Il momento centrale dell’eclisse, quando la Luna assumerà le tonalità di colore più scure, avverrà alle 6:12 (con la Luna alta 15 gradi).

Come osservare o fotografare l’eclisse di Luna

Un’eclisse di Luna è uno spettacolo affascinante anche a occhio nudo, con un binocolo o un telescopio sarà più facile apprezzare qualche dettaglio lunare e i continui cambiamenti nella colorazione della superficie del nostro satellite. Fotografare l’eclisse con un telescopio è roba da esperti, ma anche con una normale macchina fotografica su cavalletto si possono ottenere ottimi risultati, soprattutto con foto panoramiche o realizzando sequenze e time-lapse. Unica indicazione da dare: durante la totalità la Luna e il cielo diventono molto scuri, e dovrete allungare i tempi di esposizione.

Spettacolo in cielo durante la totalità

Mappa del cielo calcolata per le ore 6:00 a Siena, durante la totalità dell’eclisse

Lo spettacolo della Luna rossa durante l’eclisse sarà arricchito dalla congiunzione di due pianeti brillanti e visibili a occhio nudo: prima della fine dell’eclisse guardate a Sud-Est, dalla parte opposta rispetto alla Luna, dove vi aspettano Giove e Venere molto vicini, uno sopra all’altro.

Se potete, seguite i due pianeti anche nelle mattine successive e scoprirete che eseguiranno un autentico balletto… celeste!

Università degli Studi di Siena
Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente
OSSERVATORIO ASTRONOMICO