Roberto Mazzei

Abbiamo ricevuto dal Prof. Roberto Mazzei, membro del Comitato Editoriale di Etrurianatura, questa lettera che volentieri pubblichiamo.

Cari lettori di Etrurianatura, di Fisiocritici.info e Soci dell’Accademia dei Fisiocritici,

la nostra Accademia svolge un’intensa attività editoriale che comprende le riviste Etrurianatura, Fisiocritici.info e Journal of the Academy of Sciences. In aggiunta fino a qualche anno fa erano anche pubblicati annualmente gli Atti. Visto il notevole sforzo anche finanziario e soprattutto visto il successo della rivista Etrurianatura, con questa lettera intendiamo spiegare gli scopi di questa rivista.
Compito principale di Etrurianatura, rivista scientifico-divulgativa dell’Accademia dei Fisiocritici, è quello di far crescere la conoscenza del patrimonio naturale e attraverso questa far intravedere possibili soluzioni di salvaguardia e sviluppo dello stesso. Comprendere l’importanza di tale processo culturale significa aggiungere in ciascuno di noi quel bagaglio valoriale necessario per lo sviluppo positivo delle nostre comunità.
Nelle varie rubriche della rivista è offerta l’opportunità ai cittadini (dallo studioso agli appassionati, dai rappresentanti delle Istituzioni ai professionisti, dagli insegnanti agli studenti) di impegnarsi su argomenti di diverso tipo (ambientale, climatico, geologico, biologico, ecc.), che interessano localmente o in generale il mare, la terra e l’aria, sotto un controllo scientifico garantito da componenti affermati dell’Università di Siena. La rivista, tuttavia, non è soltanto l’occasione per affrontare le varie problematiche riguardanti il patrimonio naturale ma anche quella per dare una risposta scientifica ad aspetti culturali non ancora risolti. Nel rispetto della ricaduta formativa sul pubblico, Etrurianatura si propone infine di rendere visibili e promuovere maggiormente le capacità del mondo giovanile, spesso insospettate o sottovalutate.
Queste poche righe sono per ringraziarvi della generosità nei giudizi più volte espressi, la quale è stata uno stimolo forte e fondamentale per cercare di renderla sempre più accessibile a tutti e ricca di contenuti. Ma non solo. Servono ad invitarvi di nuovo e con più forza ad incrementare la vostra partecipazione, in qualunque forma e modo, a sostegno e valorizzazione della rivista come strumento di conoscenza e divulgazione.