Mauro Cresti

Non si può che condividere quanto affermato da Albert Einstein sull’esistenza nell’intero universo, di pianeti abitati da esseri intelligenti e che questi esseri sono talmente intelligenti che, conoscendoci, si guardano bene da venirci a trovare. Credo proprio che abbia ragione perché in pochi secoli siamo stati capaci di rovinare il mondo in cui viviamo: abbiamo inventato la plastica che ci sta aggredendo, inquinato laghi e mari, deforestando senza o con pochi criteri. E’ di questi giorni la notizia che nell’oceano si è creata un’isola di plastica grande quanto la Francia e che aumenta in modo drammatico giorno dopo giorno. Circa la deforestazione: le grandi vallate scozzesi oggi ricoperte da prati, nel ‘500 erano foreste di faggi e abeti, distrutte lentamente per costruire le navi della marina inglese. Non parliamo poi della foresta amazzonica. Oggi con una velocità impressionante si sta deforestando l’Asia orientale per creare palmeti capaci di produrre un olio che nell’alimentazione dell’uomo fa aumentare in modo drammatico il colesterolo, da abbattere successivamente con farmaci. Non ci dobbiamo meravigliare se i moderni satelliti sono in grado di fornirci immagini che mostrano nubi di smog nella nostra pianura Padana come in altre zone che non hanno mai subito tali livelli di inquinamento.

In natura la globalizzazione esiste eccome: tagliando alberi in Cina ne risentiamo anche noi a Siena e viceversa. L’incremento delle polveri sottili porta a subdole patologie ai polmoni (asma, allergie, bronco-pneumopatia conico-ostruttiva, ecc) che possono portare a problemi di insufficienza respiratoria e conseguenze anche drammatiche al cuore.

Un altro problema legato alla respirazione e al cuore è il fumo di sigaretta. Respirare aria pulita ed evitare il fumo di sigaretta aiuta a “ripulire facilmente” l’epitelio bronchiale in sofferenza. Possiamo ripulire i nostri bronchi anche a casa con l’aiuto di suffumigi di piante medicinali, foglie di eucalipto e lavanda: in questo modo il catarro si fluidifica contribuendo a migliorare lo stato infiammatorio delle mucose bronchiali.
La migliore medicina però è evitare il fumo di sigaretta, comprese le sigarette elettroniche.