Mauro Cresti

Da qualche anno il 31 ottobre anche il nostro paese si è allineato ad altri paesi anglosassoni che festeggiano Halloween il cui simbolo universale è la zucca intagliata. Una leggenda puritana narra che un uomo tentato dal diavolo nella notte di ognissanti lo ingannò con uno stratagemma. Quando mori non fu accolto in paradiso e neppure all’inferno poiché aveva ingannato il diavolo, e per molto tempo vagò nelle tenebre. Il diavolo mosso a compassione gli diede un tizzone per rischiararne il cammino e l’uomo per non farlo spegnere scavò una rapa e mise il tizzone dentro per farne una lanterna. Quando i puritani arrivati nel nuovo mondo videro la zucca molto più grande e facile da scavare della rapa, la svuotarono e intagliarono a mo’ di faccia beffarda illuminata da una lanterna per rievocare e non dimenticare che l’inferno è sempre pronto ad accogliere i peccatori.  In realtà anche in Italia la zucca intagliata e illuminata ha una sua antica tradizione che nulla ha a che fare con la febbre del business economico degli States e soprattutto in campagna da piccoli nel giorno dei morti utilizzavamo la zucca (“la morta”) scavando nella scorza facce grottesche per commemorare la morte che prima o poi arriva mettendo zucche illuminate vicino a cimiteri e chiese.

La zucca (Cucurbita), è un frutto importato in Europa dopo la scoperta delle Americhe, usata nella cucina di diverse culture, oltre alla polpa se ne mangiano anche i semi e i fiori maschili che dopo l’impollinazione sono destinati ad appassire. Si cucina al forno, al vapore e fritta. Dai semi si ottiene un olio rossiccio usato in cosmesi. Ci sono vari tipi di zucca, quello più conosciuto che ha origini molto antiche è legato non solo all’aspetto commerciale delle piante ma con buon riferimento anche agli aspetti legati alla nostra salute. I benefici di questo frutto sono tanti, ha un gusto dolce e gradevole. La ricerca scientifica si è occupata anche di sequenziare il genoma di questa pianta veramente incredibile. Tra l’altro Il contenuto calorico è molto basso (16 Kcal) con una quantità di zuccheri che si aggira intorno a 3-5 gr per 100 grammi di prodotto. Indicata quindi per individui che hanno necessità di perdere peso è ricca tra l’altro di Beta carotene e licopene due componenti essenziali importanti per la prevenzione del cancro. Nella zucca sono presenti anche vitamine E e C che hanno un’azione antiossidante, le vitamine del complesso B compresi sali minerali, magnesio, ferro, fosforo, potassio, selenio, rame e zinco in aggiunta a sostanze bio attive. Altre caratteristiche benefiche sono l’azione anti-parassitaria a livello intestinale e un’azione di riequilibrio nella peristalsi ed è indicata agli individui che soffrono di stipsi e di irregolarità, aiuta ad equilibrare le tossine alleggerendo l’attività del fegato mentre sembra che faccia bene anche alla vista. Recenti studi riportano che la zucca sia efficace nel combattere l’insonnia. Infine questo straordinario vegetale contribuisce a ridurre il colesterolo e i trigliceridi e ad abbassare la pressione con un effetto benefico sulla salute del cuore. Uno studio condotto negli USA ha evidenziato come la zucca possa contrastare l’iperglicemia. Considerando quanto sopra riportato, non resta che gustarci il buon sapore della zucca e istruirsi meglio per come prepararla in cucina.